Ho deciso di pubblicare un post che ho tenuto per mesi e mesi nel cassetto e che per paura di ulteriori problemi nella mia vita gia' movimentata di per sè, quando l'ho scritto era meglio continuare a tenerlo lì.

Risale esattamente al 26.11.2011 - 18.29 per la cronaca.

Adesso, tutto quello sottocitato è stato ormai fixato e risolto e la sua pubblicazione non costituisce pertanto un rischio per l'azienda Fastweb S.p.A..

Tutto quello che al momento non risultasse ancora fixato, potrebbe non essere tecnicamente possibile farlo e/o è inputabile soltanto all'incompetenza delle persone che rivestono ruoli cardine all'interno della suddetta azienda.

Enjoy the freedom, peace.


----------------------------------------------------------------------

Sembra che il passaggio ai cioccolatai svizzeri non abbia portato molte migliorie, soprattutto in campo amministrativo. Questo ha causato non soltanto problemi generici agli utenti, come contratti cambiati senza il dovuto preavviso, etc. bensì ha letteralmente lasciato invariata la situazione in termini tecnici. Passa il tempo, cambiano le teste, ma i problemi rimangono gli stessi.

Siccome alla mail abuse@fastweb.it non risponde nessuno...

Siccome l'amministrazione di Via Caracciolo 51, Milano se ne frega della situazione in cui versa la mia connessione internet... e nemmeno si preoccupa di ricontattarmi per delucidazioni in merito nonostante i numerosi solleciti...

Siccome se ne frega inoltre degli accordi presi mesi e mesi fa' con il loro rappresentante legale, Dott. XXXXXXX(non posso specificare nomi e cognomi, purtroppo)...

Siccome l'altro giorno hanno impedito di fatto l'accesso alla mia personale MyFastPage per la consultazione dei MIEI dati personali, delle MIE fatture ma soprattutto della MIA posta elettronica @fastweb.it...

E siccome ho provato a segnalare la cosa all'AGCOM il quale mi ha convinto a non fare nulla usando come deterrente, la possibile contro-querela però in tribunale, di Fastweb contro i miei confronti per calugna la dove tutto ciò non fosse verificabile...

Ho finalmente deciso di divulgare informazioni che ahimè detengo da ormai ANNI ma che mai ho rivelato a nessuno per una questione di etica... ma queste multinazionali che pensano di poter mangiare in testa al cittadino facendogli credere che quella che gli cade in testa è pioggia invece che piscio(perdonate il francesismo)... mi hanno del tutto stufato.

Navigazione Gratuita

Controllate il vostro IP e la netmask che vi assegna in automatico il DHCP del vostro HAG Fastweb. Se l'IP risulta nei range considerabili LAN, lasciate perdere... mentre se sono quelli della MAN (es: 5.7.243.172) ed avete una netmask VERGOGNOSA come 255.255.255.0... basterà cambiarvi IP con uno di un vostro vicino che paga per avere la flat... ed ecco che magicamente navigherete nei mari del web :-). Piccolo hint: gli HAG rispondono ai ping e sono posizionati ad intervalli di N ip.

Crack della default password delle reti Wi-Fi
Ci sono moltissimi programmini su web, persino per mobile devices, che permettono il calcolo della password secondo un algoritmo che si serve di informazioni come l'SSID della rete WiFi. Tale algoritmo funziona se l'utente non ha MAI cambiato la password della rete Wireless in questione. Alcuni devices hanno la password generata sia dall'SSID che dal MAC address... Ad ogni modo, si trovano applicazioni a valanghe per effettuare il crack con un solo click, avviabili anche su dispositivi mobile(smartphone, tablet, etc).

Consultazione Dati Personali
Una volta collegati alla rete fastweb, collegatevi alla MyFastPage... se l'utente in questione avrà l'autologin impostato (lo hanno tutti di default all'attivazione del contratto)... accederete in automatico, trovando a disposizione qualsiasi cosa... numero di cellululare personale, dati personali, fatture del conto fastweb, tipologia contratto e pagamento... emails... e quant'altro.

Spiare la navigazione di altri utenti a noi vicini
Una volta dentro la rete Wireless è possibile attraverso applicazioni che "dumpano" il traffico di rete, chiamati network analyzer... tipo il popolare Wireshark. Applicando un filtro sulla porta 80 sull'IP di destinazione delle connessioni in uscita, avremo una carinissima lista di indirizzi e pagine (comprensive ovviamente del contenuto) a disposizione per una consultazione.

Netbios aperto su rete "Professional/Business"
In ufficio un po' di giorni fa', mi sono accorto che facendo una scansione delle stampanti in rete, vi erano disponibili stampanti con IP assolutamente non assegnati al nostro ufficio. Tali stampanti erano collegate agli HAG degli utenti vicino a noi, nella stessa via. Avete idea di che effetto puo' fare a una persona, la stampante che comincia a parlargli tramite scritte stampate? una scena alla "Ghost", soltanto un po' piu' ironica... e nera.

Inoltre, le netmask usate su devices che coprono piu' di un palazzo rendono il tutto ancora piu' succulento per malintenzionati che vogliono sfruttare queste falle.

Ma la gente lo sa'? Ma è possibile? Non ho parole.

Adesso chissà se qualcuno si muoverà... anche se temo che l'unico sarà un loro legale non molto felice di questo mio post... amen.

0 commenti:

Posta un commento

Visualizzazioni totali